logotype

Settembre 2017

Carissimo Amico dell’UTAONLUS,    

La Festa del Back 2 Africa, che si è tenuta a Ca’ Cornaro di Romano d’Ezzelino con quattro manifestazioni pomeriggio-sera da Giovedì 20 a Domenica 23 Luglio, ha avuto un grande successo, sia per il pubblico più numeroso del solito, sia per la qualità delle iniziative. Personalmente ho apprezzato molto l’esibizione del Coro Bassano bluespitirual Band e il Gruppo di percussori composto dai profughi africani dell’Asilo notturno Fatebenefratelli di Brescia. Come al solito c’è stata la vendita della magliette che quest’anno presentavano le due mani bianca e nera che si stringevano per aiutarsi.

L’UTAONLUS aiuta da più di vent’anni gli africani in Africa, ma i Fatebenefratelli a Brescia aiutano i profughi in Italia. Le magliette hanno avuto un ottimo successo, prova ne sia che anch’io ne ho vendute più del solito.

Fra Luca con il gruppo di più stretti collaboratori dell’UTAONLUS alle cena degli 80 anni Lunedì 26 Giugno 2017

 

Quando si compiono gli anni qui da noi si usa pagare da bere. Ma quando se ne compiono 80 cosa si deve fare? Siccome ho avuto la grazia di arrivare a questa bella tappa in buone condizioni, dopo tante peripezie sofferte anni addietro, ho ritenuto opportuno offrire un cenetta ai più stretti collaboratori dell’UTAONLUS.

Lunedì 4 Settembre nel Consiglio dell’UTAONLUS abbiamo avuto un incontro con Fra Taddeo Carlesso, il missionario dei Fatebenefratelli di Romano d’Ezzelino, che ci ha dato una bella testimonianza della grande azione caritativa che svolge l’Ospedale di Afagnan. Il rifacimento della strada che da Anecho porta ad Afagnan è quasi ultimato per cui è ripreso un po’ il movimento di malati verso l’ospedale, che era diventato proibitivo per le pessime condizioni viarie. Una volta, quando lo Stato era quasi assente, tutti i politici avevano grandi parole di riconoscenza verso l’ospedale, ritenuto un tocca-sana per la gente del posto. Ora che lo Stato, con gli aiuti dell’ONU, ha creato le Università che sfornano medici, infermieri e tecnici ospedalieri, ha costruito Ospedali nelle grandi città, li ha attrezzati come qui da noi e forniti di organico medico e infermieristico, tende a penalizzare le strutture sanitarie e ospedaliere di carattere confessionale, come succede qui da noi. E dire che loro non curano chi non ha soldi, mentre noi siamo andati in Africa per curare i malati poveri. E la nostra associazione benefica sostiene questi ospedali per salvare da morte tante vite umane, specialmente bambini. Fra Taddeo è venuto a batter cassa per questo motivo. Speriamo di riuscire ancora una volta a sodisfare le sue richieste non piccole.  Fra Luca Beato

 

Prossima iniziativa: Cena a tema TROTA DEL BRENTA Sabato 23 Sett 2017, ore 20.30 Ristorante Contarini, Via Contarini, 110 a Campolongo s. Brenta.
Prenotazione: t
el  0424 558164 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.