Uniti per Tanguiéta e Afagnan

A favore dei bambini africani malati e poveri 

 

 

Home

Ospedale di Afagnan

Ospedale di Tanguiéta

Salva un bambino dalla polio

 Lotta all'AIDS  

Altre attività

 

 

 
    Adozione a distanza Medicina Alternativa Africana        

Ospedale di Afagnan (Togo)
 

Il Togo è un piccolo stato africano che si affaccia sul golfo di Guinea tra il Ghana ed il Benin: 56.000 Km di superficie e 5.000.000 di abitanti.

Afagnan si trova a 90 Km dalla capitale Lomé ed a 30 Km. dal mare.

L'ospedale è s
tato fondato dai Fatebenfratelli nel 1961, in una zona molto povera e sprovvista di assistenza sanitaria. Ha la capacità di 270 letti e serve una popolazione di 100.000 abitanti. Effettua più di 8.000 ricoveri all'anno con più di 3.000 interventi chirurgici. Ha l'attrezzatura tecnica di un ospedale moderno europeo.

Negli anni ottanta lo Stato ha incaricato l'ospedale di provvedere alla medicina preventiva di tutta la zona con vaccinazioni contro tetano, poliomielite, morbillo  e meningite.

Nei villaggi intorno all'ospedale e sulla strada che porta al Nord verso Tanguiéta sono stati creati 23 dispensari di primo intervento per la popolazione diretti da infermieri professionali.

Il naturale invecchiamento dell'Ospedale ed altri eventi come la qualificazione ad Ospedale di Zona, il collegamento con l'Università di Medicina hanno reso necessari interventi per ampliamento delle strutture, ristrutturazione, ammodernamento e creazione di servizi nuovi.

Ecco alcuni dei progetti in realizzazione:

Installazione apparecchio per la produzione dell’ossigeno (€ 24.000,00 donati da Malvina Verzotto, ved. Caccin) e sua distribuzione nei diversi Reparti (€ 15 ml).

Ristrutturazione della Sala Operatoria e della Radiologia con un maxi finanziamento del Gruppo Commerciale Selex  (che unisce più di 3.600 punti vendita)  tramite l’Associazione onlus Epsilon di Milano (www.epsilon-onlus.org). A metà Luglio Fra Pascal e Fra Fiorenzo hanno avuto un incontro con le Autorità della Selex (Dott. Stefano Gambolò, Direttore del marketing) e della Epsilon (Dott. Claudio Stabon, Presidente e  Dott.ssa Anna Micossi, Segretaria)  per la messa a punto dei progetti esecutivi della Radiologia e della Sala Operatoria, che comporterà una spesa superiore a € 200.000,00. Per l’Ospedale si tratta proprio di un dono della Provvidenza che gli permetterà di essere aggiornato e competitivo con le strutture pubbliche.