logotype

INAUGURAZIONE DELLE OPERE ULTIMATE

 Settembre 2012 - OSPEDALE DI TANGUIÉTA: INAUGURAZIONE DELLE OPERE ULTIMATE

La Prof. Dorothée  Gazard, Ministro della Sanità del Benin ha inaugurato le tante belle opere che sono state costruite in questi ultimi tempi: accettazione e amministrazione, neonatologia, clinica per il personale dell'ospedale ed inceneritore.

Carissimo Amico dell’UTAONLUS,
sono lieto di annunciare buone notizie dall’OSPEDALE DI TANGUIETA – BENIN: Giovedì 12 Luglio 2012 è stato un giorno diverso dal solito. L'ospedale St. Jean de Dieu di Tanguiéta (Benin) si è svegliato ancor più animato del solito. E tutti con gli abiti delle grandi feste: Fra Fiorenzo nel bianco saio dell'ordine, medici e infermieri con la loro divisa più bella, il bergamasco Anselmo in giacca e cravatta e Gian Mario che per l’occasione ha lasciato i mitici pantaloncini corti. Insomma, tutti pronti per ricevere le autorità ed inaugurare tante belle opere che sono state costruite in questi ultimi tempi:

  • accettazione e amministrazione
  • neonatologia
  • clinica per il personale dell'ospedale
  • inceneritore

 Padiglione dell’accettazione e dell’amministrazione

Sotto la protezione di San Giovanni di Dio e l'occhio vigile della sempre prodiga Suor Cristina, tutto è pronto per ricevere gli ospiti. Alle 11 precise la Prof. Dorothée Gazard, Ministro della Sanità del Benin, entra nel cortile dell'ospedale accolta dai tradizionali gesti di benvenuto: i fiori e l'acqua. Tutti trovano posto, salutano e stringono soddisfatti le mani di re, notabili e saggi convenuti per rendere omaggio alle nuove opere dei Fatebenefratelli in questo fazzoletto d'Africa.

I parenti ed i malati che possono muoversi si accalcano per vedere quel "mondo" a loro sconosciuto, ma anche per partecipare alla festa animata dalle danze di alcuni gruppi dei comuni vicini, contenti di poter beneficiare di nuovi servizi.

I discorsi si sono succeduti raccontando le meraviglie, ma anche le difficoltà incontrate. Il ministro ha avuto parole di elogio e di incoraggiamento per l'opera dell'ospedale di Tanguiéta, che offre un servizio inestimabile non solo ai malati del distretto, ma a tutto il Benin ed ai Paesi vicini. Il taglio del nastro e la scoperta della targa è stata l'occasione per benedire i nuovi locali, presentare agli illustri ospiti le singole opere e ringraziare i diversi donatori.

Fra Fiorenzo con il Ministro della Sanità del Benin Prof. Dorothée Gazard

Al servizio di accettazione e amministrazione informatizzata, Valentino Trentin della ditta Recold di Bassano del Grappa (Vicenza) ha spiegato il risparmio energetico e il risvolto ecologico del nuovo impianto di climatizzazione industriale finanziato in gran parte dalla F.A.I. di Roma e dall’UTA ONLUS.

Alla neonatologia è entrato un numero ristretto di visitatori per poter salvaguardare la fragilità dei neonati ivi ricoverati. I pediatri hanno spiegato il funzionamento del servizio, a cui guardano interessati tutti Paesi dell'Africa francofona, che non ha ancora istituito un Reparto di questo genere. Le cure al neonato sono anche un bell'esempio di cooperazione tra UniCredit Foundation e la fondazione Chiesi, che hanno creato le sinergie necessarie per offrire un servizio di eccellenza.

Le stanze riservate ai dipendenti dell'ospedale ed ai loro familiari sono state finanziate dal Presidente della Repubblica, a riconoscimento del lavoro dell’ospedale. All'ultima tappa, Fra Victor ha spiegato dettagliatamente al Ministro l'importanza di un inceneritore molto capiente per eliminare le scorie dell'ospedale ed i rifiuti della campagna di disinfestazione domiciliare dalle zanzare malariche dell'intero dipartimento dell'Atakora e Donga, senza diffusione di gas nocivi.

Sotto lo sguardo attento e soddisfatto di Fra Boniface Sambieni, vice Provinciale, si è consumato un pranzo conviviale, occasione di scambi e di nuove premesse per migliorare sempre di più il servizio ai malati e ringraziare la Provvidenza per le meraviglie che continua a compiere in questa regione.

Cronaca di Annarosa Fioretta

 Mamme con i loro bambini all’inaugurazione

 Alla realizzazione di queste opere, per quanto mi è dato di sapere, hanno contribuito anche altre Associazioni, oltre a quelle qui indicate. Per l’impianto di informatizzazione delle cartelle cliniche, per es. hanno contribuito: la Fondation Assistence Internationale = F.A.I. di Lugano (Svizzera) sezione di Roma e poi il Gruppo missionario di Merano tramite Don Ilario Cappi, Cappellano dell’Ospedale di Modena e in maniera significativa anche l’Associazione Uniti per Tanguiéta e Afagnan = UTAONLUS.

Noi dell’Associazione UTAONLUS ci rallegriamo con Fra Fiorenzo di tutte queste belle opere che è riuscito a realizzare a favore della povera gente africana del Benin, ma nel contempo siamo anche preoccupati perché così aumentano i bisogni di aiuto di questo ospedale proprio in un momento di grande difficoltà economica dell’Europa unita. In questo momento le casse dell’UTAONLUS sono vuote!!!

Speriamo che la Provvidenza ci faccia trovare nuove persone di buon cuore o altre associazioni benefiche che ci diano una mano per garantire la continuità del funzionamento dei servizi essenziali degli Ospedali africani per la salute della popolazione che si trova ancora al di sotto della linea nera della fame.

Buona ripresa del lavoro dopo le ferie estive. Cordiali saluti. Fra Luca Beato

P.S. Fra Fiorenzo Priuli, reduce da un intervento chirurgico all’Ospedale di Legnano (MI), sta facendo la convalescenza presso i suoi familiari in Val Camonica (Brescia). Si prevede che possa partecipare al Consiglio Direttivo dell’UTAONLUS la sera di Lunedì 24 Settembre a Ca’ Cornaro di Romano d’Ezzelino (Vicenza).

E’ arrivata da parte del Padre Viceprovinciale, Fra Boniface Sambieni, una pressante richiesta di fornitura di medicinali di base per l’Ospedale di Afagnan (Togo). Nelle Casse dell’UTAONLUS sono rimasti pochissimi soldi. Chi ha la possibilità ci dia una mano a risolvere il problema di questo Ospedale che serve una popolazione di 100.000 abitanti. Grazie. Il Signore Vi benedica.

 

U.T.A. Onlus

Sede Legale e amministrativa:

Via Cà Cornaro, 5 - 36060 Romano d'Ezzelino (VI)
Tel. +39 0424 33 705 - Fax +39 0424 51 12 53
Codice Fiscale 91011380242

PER INFORMAZIONI
Fra Luca Beato - Tel +39 347 91 97 868
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.uta96.it