logotype

Strutture

Ospedale di AFAGNAN - TOGO e TANGUIETA - BENIN 

Togo e Benin

 

TOGO

Il TOGO è un piccolo stato africano che si affaccia sul Golfo di Guinea tra il Ghana ed il Benin.
Ha una superficie di 56.785 km2 e 6.145.00 abitanti di varie etnie e re ligioni. Il Togo è tra i paesi più poveri del mondo. Afagnan, dove sorge l'Ospedale, si trova a 90 km dalla capitale Lamè ed a 30 Km dall'Oceano Atlantico.

L'ospedale è stato aperto dai Fatebenfratelli nel 1961 in una zona molto povera e sprovvista di assistenza sanitaria. Ha la capienza di 270 posti letto e serve un territorio di 100.000 abitanti. Annualmente si effettuano in media circa 8.500 ricoveri, con 2.500 interventi chirurgici, 95.000 esami di laboratorio e 18.500 esami di radiologia. Ha l'attrezzatura di un ospedale moderno. Collabora con l'Università di Lomè e con quella di Milano per i corsi universitari di specializzazione. Pratica la medicina preventiva con vaccinazioni di vario genere. E' circondato da una rete di 23 dispensari di primo intervento.

Negli anni ottanta lo Stato ha incaricato l'ospedale di provvedere alla medicina preventiva di tutta la zona con vaccinazioni contro tetano, poliomielite, morbillo  e meningite.

Nei villaggi intorno all'ospedale e sulla strada che porta al Nord verso Tanguiéta sono stati creati 23 dispensari di primo intervento per la popolazione diretti da infermieri professionali.

Il naturale invecchiamento dell'Ospedale ed altri eventi come la qualificazione ad Ospedale di Zona, il collegamento con l'Università di Medicina hanno reso necessari interventi per ampliamento delle strutture, ristrutturazione, ammodernamento e creazione di servizi nuovi.

Ecco alcuni dei progetti in realizzazione:

  • Installazione apparecchio per la produzione dell’ossigeno (€ 24.000,00 donati da Malvina Verzotto, ved. Caccin) e sua distribuzione nei diversi Reparti (€ 15 ml).
  • Ristrutturazione della Sala Operatoria e della Radiologia con un maxi finanziamento del Gruppo Commerciale Selex  (che unisce più di 3.600 punti vendita)  tramite l’Associazione onlus Epsilon di Milano (www.epsilon-onlus.org). A metà Luglio Fra Pascal e Fra Fiorenzo hanno avuto un incontro con le Autorità della Selex (Dott. Stefano Gambolò, Direttore del marketing) e della Epsilon (Dott. Claudio Stabon, Presidente e  Dott.ssa Anna Micossi, Segretaria)  per la messa a punto dei progetti esecutivi della Radiologia e della Sala Operatoria, che comporterà una spesa superiore a € 200.000,00. Per l’Ospedale si tratta proprio di un dono della Provvidenza che gli permetterà di essere aggiornato e competitivo con le strutture pubbliche. 

 

BENIN

Il BENIN è uno stato africano tra il Togo e la Nigeria, che si affaccia sull'Oceano Atlantico nel Golfo di Guinesa, laddove un tempo avveniva la famigerata tratta degli schiavi. Ha una superficie di 112.620 km2 con poco più di 7.000.000 abitanti. Ci sono molto etnie, lingue e religioni. L'economia è quella dei paesi più poveri del mondo. Tanguièta si trova al Nord del Paese, a 600 km dalla capitale Cotonou.

L'ospedale è stato inaugurato dai Fatebenefratelli nel 1970.
Ha una capienza di 230 posti letto e serve una popolazione di 70.000 abitanti. Dal 2005 è l'ospedale universitario convenzionato con l'Università di Parakou. Annualmente si effettuano in media circa 8.750 ricoveri, 3.900 operazioni, 113.700 esami di laboratorio e 5.900 esami di radiologia. Pratica la medicina preventiva nel territorio con le principali vaccinazioni. Ha una rete di 13 dispensari di primo intervento e un centro sanitario a Porga.

L’Ospedale è dotato di una grande  Pediatria, costruita nel 1980, e di un Centro Nutrizionale per bambini denutriti, costruito qualche anno dopo  ed in seguito ristrutturato e poi raddoppiato grazie a tre specifiche donazioni, ricordate da tre targhe.


Frequenti epidemie mietono vittime tra la popolazione e danno un lavoro enorme all'ospedale. Nell'ultimo decennio l'ospedale è stato incaricato della medicina preventiva sul territorio con campagne sistematiche di vaccinazioni contro tetano, poliomielite, morbillo e meningite.


L'età dell'Ospedale, eventi come la qualificazione ad Ospedale di Zona ed il collegamento con l'Università di Medicina, hanno reso necessari ampliamenti, ristrutturazioni, ammodernamenti, creazione di nuovi servizi. I progetti più significativi già avviati sono:

  • Costruzione edificio della Direzione amministrativa, vicino alla Portineria, con impianto di climatizzazione (€ 40.000,00), di cui è incaricata la Ditta Recold di Bassano del Grappa, che in precedenza ha curato l’impianto della Sala Operatoria,  e apparecchiature per l’informatizzazione delle cartelle cliniche (€ 95.000,00) con parziale contributo di Don Ilario Cappi). Bisogna pensare che i malati che vengono qui ricoverati annualmente sono circa 15.000.
  • Costruzione di 4 Case per Medici: € 175.000,00 con parziale contributo dell’Associazione onlus Amici di Tanguiéta di Meda (MI), il cui Presidente è Carlo Luigi Giorgetti, quello che ha finanziato la Pediatria.
  • Acquisto di 4 ettari di terreno per dare lavoro a malati di AIDS (€ 4.000,00) emarginati dalle loro famiglie e realizzazione di un pozzo d’acqua con perforazione (€ 15.000,00). Opera sociale di prim’ordine.
  • Raddoppio del Centro Nutrizionale con finanziamento del Dott. Roberto Savio di Roma per onorare la defunta moglie Colette (€ 60.000,00).
  • Sviluppo della fitoterapia con l’utilizzazione di circa 20 erbe medicinali africane e lo studio della combinazione di due erbe comuni che pare diano una vaccinazione annuale contro la malaria.